Rendi più efficienti i tuoi spazi e risparmia.

Noi di Effeci Impianti favoriamo lo sviluppo e l’integrazione delle diverse soluzioni per l’efficientamento energetico, proponendoci come unici interlocutori per la progettazione e l’installazione di impianti basati sulla diversificazione energetica e indirizzati al contenimento dei consumi e alla salvaguardia dell’ambiente.

La Legge di Bilancio 2020 (Gazzetta Ufficiale n.304 del 30-12-2019 – Suppl. Ordinario n. 45) dà inizio a un nuovo anno di detrazioni fiscali ed ecobonus previsti per interventi di riqualificazione energetica e sismica.
Le nuove scadenze, a questo punto, risultano essere il 31 dicembre 2020. Scopriamo in dettaglio gli interventi incentivabili e le rispettive aliquote di detrazione.

Solare termico

L’impianto solare termico è un’ottima risposta al problema dei costi per la produzione di acqua sanitaria e riscaldamento.
È infatti un sistema in grado di trasformare la radiazione solare in energia termica, rendendola disponibile sotto forma di acqua calda ottenendo perciò un significativo risparmio economico sulla bolletta senza produrre alcuna emissione di CO2.
Beneficia della detrazione fiscale del 65%.

Climatizzazione

L’utilizzo delle più avanzate tecnologie garantisce, anche in caso di ristrutturazione dell’immobile, condizioni termiche adeguate all’utilizzo dell’ambiente in ogni periodo dell’anno con la massima efficienza energetica.
Beneficia della detrazione fiscale del 50%.

Pompe di calore

Una pompa di calore può produrre calore per il riscaldamento di un edificio o per l’acqua calda per uso sanitario, utilizzando energia presente nell’ambiente per il 75% e prendendone solo il restante 25% da fonti tradizionali.
Abbinata all’impianto fotovoltaico, è la soluzione ideale.
Beneficia della detrazione fiscale del 65% se abbinata alla sostituzione della vecchia caldaia.

Caldaie a condensazione

La caldaia a condensazione può recuperare gran parte del calore latente contenuto nei fumi espulsi attraverso il camino ottenendo un rendimento termodinamico superiore al 100% del potere calorifico del combustibile.
Beneficia della detrazione fiscale del 65% se abbinata con una pompa di calore (sistema ibrido), altrimenti il 50%.

Caldaie a biomassa

Possono bruciare combustibile solido naturale tipo legno, cippato, pellet con notevole risparmio nell’acquisto del combustibile stesso e beneficiando della detrazione fiscale del 50%.

Detrazioni fiscali per ristrutturazione e risanamento

Confermate, sempre con un’aliquota di detrazione del 50%, anche:

  • Le detrazioni per gli interventi di ristrutturazione edilizia, che devono obbligatoriamente essere comunicati all’Enea sull’apposito portale una volta conclusi i lavori (entro 90 giorni).
  • Il Bonus Mobili, che prevede una detrazione pari al 50% della somma spesa per l’acquisto di mobili e per piccoli e grandi elettrodomestici di classe energetica A+ (A per i forni). Possono beneficiarne solo coloro che avviano una ristrutturazione edilizia e che, per i lavori in casa effettuati, hanno diritto al bonus del 50% entro il limite di 96.000 euro di spesa.
  • Il Sismabonus, che può salire al 80 o 85% a seconda dell’entità del miglioramento sismico conseguito. Per interventi realizzati in edifici appartenenti alle zone sismiche 1, 2 o 3 finalizzati alla riduzione del rischio sismico determinando il passaggio a una classe di rischio inferiore, è prevista una detrazione dell’80%. Con la riduzione di 2 o più classi di rischio sismico la detrazione prevista passa all’85%. Il limite massimo di spesa consentito, in questo caso passa a 136.000 euro (moltiplicato per il numero di unità immobiliari che compongono l’edificio, in caso di condomini).

Greenbonus

Il Bonus Verde, o Greenbonus, permette di ottenere una detrazione IRPEF del 36% (per ciascuna unità immobiliare) per:

  • Sistemazione a verde di aree scoperte private.
  • Realizzazione di impianti di irrigazione e pozzi.
  • Creazione di coperture verdi e giardini pensili.

L’agevolazione vale sia per le abitazioni private sia per i condomini. In quest’ultimo caso c’è un limite di spesa, pari a 5 mila euro per appartamento, che comprende anche le spese di progettazione e manutenzione.

Bonus Condomini fino al 2021

Beneficiano delle detrazioni anche le parti comuni dei condomini: in caso di inefficienza energetica e di lavori che mirano a ridurre le dispersioni termiche e a razionalizzare la gestione della climatizzazione possono usufruire dei vantaggi fiscali con qualche differenza rispetto ai privati:

  • Interventi di riqualificazione energetica su parti comuni: detrazione al 65%.
  • Lavori sull’involucro dell’edificio condominiale: detrazione fiscale del 70%.
  • Miglioramento della prestazione energetica invernale: detrazione del 75%.

Gli incentivi sono in vigore per 5 anni, fino al 31/12/2021 con il limite di spesa di 40.000 euro moltiplicato per il numero di unità immobiliari che compongono l’edificio.

Menu